spot_imgspot_img
spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Ecco cosa visitare nella città più calda d’Europa che si trova in Sicilia

È stato ufficializzato il dato che riporta nella serie statistica storica la temperatura più alta in Europa. Esattamente l’11 agosto 2021, in contrada Monasteri, presso il comune di Floridia, in provincia di Siracusa, è stata misurata la temperatura di 48.8 °C. A sancire e convalidare questo record è stata l’organizzazione meteorologica mondiale dell’Onu nel 2023.

D’altronde l’estate 2021 è passata alla storia come una delle più calde in assoluto in Europa non troppo distante da quelle registrate nei posti più caldo del mondo, come la Death Valley. Ad Atene la colonnina di mercurio ha toccato i 48 gradi, ma in Europa il record è stato quello di Floridia in Sicilia con 48.8 °C. Gli abitanti di questo comune, circa 22 mila, da sempre hanno a che fare con alte temperature, ma non erano mai stati sfiorati i 50 gradi attesati dalla centralina della regione che ha attestato la temperatura record.

Uno dei più importanti monumenti della città è la settecentesca chiesa Madre, dall’impianto a croce latina, facciata barocca e coronata dall’orologio a tre facce. Al suo interno si può ammirare un bellissimo altare e due pilastri realizzati in stile gotico. Ricordiamo la chiesa dedicata a Sant’Anna e quella del Carmine, entrambe del ‘700.

LEGGI ANCHE: In Sicilia una delle spa migliori al mondo secondo una prestigiosa guida internazionale

Infine la pittoresca chiesa della Madonna delle Grazie, Meravigliosa chiesetta, la cui costruzione fu voluta nel 1720 dagli spagnoli, stanziati a Floridia, dopo il raggiungimento di un accordo di pace con gli austriaci. Una leggenda narra di una fanciulla che sognò per 3 notti consecutive la Vergine, la quale le indicava il luogo nel quale avrebbe trovato una sua effigie. La fanciulla giunse nei pressi di una grotta vicino ad una sorgente, nella quale ritrovo l’immagine della madonna con bambino. L’attuale dipinto della madonna con bambino collocato nell’altare maggiore è una copia del dipinto originale che è stato trafugato. Le corone che sormontano il capo della vergine e del bambino sono il frutto di un’aggiunta successiva alla realizzazione della copia.

Consigliamo di visitare inoltre, la Villa – Museo che si trova in contrada “Cozzu zu Cola” , conserva oggetti e utensili appartenuti ai vecchi contadini del paese.

Condividi

spot_imgspot_img

Articoli correlati

Naturalis Bio Resort, una masseria luxury in Salento per un weekend di puro benessere

Un antico borgo contadino nel Salento a mezz’ora da...

Un viaggio nel passato e nel presente artistico di Firenze: la straordinaria storia del complesso de Le Murate

Immerso nella storia antica di Firenze, il complesso de...

Irlanda: 10 eventi da non perdere lungo la costa ovest da maggio a novembre

La Wild Atlantic Way festeggia la sua prima decade...

Location suggestive e attività di gruppo: il Ticino è la meta perfetta per gli eventi aziendali

Nell'era della digitalizzazione e in particolare a seguito di...