spot_imgspot_img
spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

GEM Island Festival: all’Isola d’Elba il primo festival diffuso che unisce enogastronomia ad arte, musica e tradizioni

Dal 1° luglio al 31 agosto, l’isola si trasformerà in un cocktail bar a cielo aperto con i migliori bartender, un contest a premi e un ricco calendario di eventi. Un’occasione per scoprire l’isola in modo diverso, attraverso nuovi itinerari, tradizioni e momenti di convivialità.

Isola d’Elba, 06 Giugno 2024 – Il primo luglio all’Isola d’Elba partirà l’avventura del primo GEM Island Festival Isola d’Elba, il festival diffuso che fino al 31 agosto unirà enogastronomia ad arte, musica, tradizione, eventi e convivialità. GEM, acronimo di Gastronomy, Enology e Mixology, ruoterà attorno alla presentazione di cocktail originali nelle location più affascinanti dell’isola: un cocktail bar a cielo aperto con angoli di assoluto charme, affacciati su panorami mozzafiato, circondati dalla natura e da un mare dalle mille sfumature. Un’opportunità trasversale per chi vuole conoscere l’isola in modo originale e fuori dai soliti circuiti turistici, lasciandosi indirizzare verso nuovi luoghi e nuovi spazi alla ricerca dei migliori cocktail, vini e cibi gourmet.

Su tutta l’isola si svolgeranno eventi gustosi, incontri musicali ricercati, conferenze e workshop. Tra le tante iniziative in programma spiccherà un contest chepremierà il cocktail più votato realizzato dai migliori bartender e barmaid dei più famosi locali mixology dell’isola. Ad affiancare i nomi più illustri della movida elbana ci saranno i ristoranti più famosi con le loro ricette più gustose, i produttori di tipicità, artigianato elbano e griffe d’eccellenza.

Oltre ad avere il prestigioso patrocinio dell’Università della Cucina Italiana di Firenze, importanti sono infatti le partnership del festival che annoverano nel lungo elenco realtà autoctone fortemente rappresentative come l’Associazione Albergatori Elbana, l’Elba Drink Festival, Prenotazioni24, l’Elba Bevande e l’Hotel Hermitage.

LEGGI ANCHE: Ferryhopper, l’app di prenotazione di traghetti numero 1 al mondo, dà i trend di viaggio per l’estate 2024

La tessera Gem Island festival Isola d’Elba

Una tessera scaricabile dal sito www.gemisland.it attiverà i vantaggi del circuito GEM Island Festival e permetterà di:

– testare gratuitamente i cocktail in gara, compresi quelli alcol free;
– votare il miglior drink;

– accedere agli sconti presso le strutture iscritte al festival;

– partecipare all’estrazione di un soggiorno all’Elba, presso l’hotel Hermitage (5 stelle) per la stagione 2025, per chi esprimerà più voti sui cocktail

Il festival avrà il suo incipit con seminari e masterclass mixology dall’ 1 al 15 luglio per poi proseguire con decine di eventi e incontri fino a fine agosto. Il bartender autore del drink più votato dal pubblico vincerà il primo premio: un workshop di 7 giorni in uno dei migliori cocktail bar di Parigi.

Su sito del festival si potranno trovare tutti i cocktail bar in gara, i ristoranti tipici con le loro proposte e i locali gourmet dove vivere esperienze enogastronomiche speciali, il calendario di tutti gli eventi, le migliori opportunità di esplorazione dell’isola tra escursioni in bici, a piedi o in kayak. Sarà facile costruirsi un itinerario per scoprire il territorio in un modo diverso e originale, che ruota attorno al mare e alla spiaggia ma che strizza l’occhio alla convivialità, al divertimento e anche alla vita notturna.

www.gemisland.it/

www.visitelba.info

Condividi

spot_imgspot_img

Articoli correlati

Villa Dafne in Sicilia premiato come migliore agriturismo dell’isola

All’Agriturismo Villa Dafne di Alia in provincia di Palermo...

Volotea punta sul biocarburante, primo volo con il 50% di SAF per un futuro più green

Per la prima volta, la compagnia aerea ha operato...

La nuova stagione al San Domenico Palace Four Seasons Hotel a Taormina

Taormina, è una tappe più amate al mondo, imperdibile...

Travel retail: la proiezione del volume d’affari entro il 2030 si attesta a 117 miliardi di euro

Vola il fenomeno del “travel retail” in Italia: secondo quanto...