spot_imgspot_img
spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

La Torre del Cassero di Porta Sant’Angelo: un viaggio nel tempo nel cuore di Perugia

Un gioiello medievale si svela ai cittadini di Perugia, la Torre del Cassero di Porta Sant’Angelo, dopo un accurato restauro, ha inaugurato un allestimento permanente che ripercorre la sua ricca storia.

Un’esperienza imperdibile che si snoda tra suggestioni visive, sonore e tecnologiche, alla scoperta di due figure chiave che hanno segnato il destino della città: il Perugino e Braccio Fortebraccio. Il Perugino, celebre pittore nato a Città della Pieve nel 1448, ha lasciato un segno indelebile nella storia dell’arte italiana. Il suo stile, caratterizzato da una dolcezza espressiva e da un uso magistrale del colore, è ben rappresentato nel Gonfalone della Giustizia, dove la Torre del Cassero di Porta Sant’Angelo è raffigurata con precisione minuziosa.

Braccio Fortebraccio, condottiero di ventura, abile stratega e uomo di grande ambizione, conquistò Perugia nel 1416 proprio da Porta Sant’Angelo. La sua figura controversa, a metà tra eroe e tiranno, ha avuto un impatto significativo sulla storia della città e dell’Italia centrale.

Il percorso di scoperta è multisensoriale: citazioni storiche sulle gesta di Braccio Fortebraccio, tratte da cronache e documenti dell’epoca, accompagnano il visitatore lungo il percorso. Coinvolgenti filmati approfondiscono la vita e le opere del Perugino, con interviste a esperti d’arte e musica. La musica antica, etnica e fiabesca crea un’atmosfera suggestiva e coinvolgente.

Riproduzioni di angeli alati che suonano strumenti musicali, come liuti, ribeche, lyra, ciaramelle e buccine, rievocano l’iconografia medievale e il ruolo della musica nella cultura del tempo. Un video immersivo a 360° trasporta il visitatore all’interno della Porta di Sant’Angelo, facendogli rivivere le sue fasi di costruzione e lo sviluppo delle mura medievali.

LEGGI ANCHE: Il Centro Sud Italia, la nuova frontiera del turismo italiano

Una terrazza panoramica di 350 metri quadrati offre una vista mozzafiato sulla città di Perugia, dai colli circostanti fino alla piana di Assisi. Un tour di realtà virtuale permette di immergersi completamente nel Rinascimento, tra armigeri, signori, cuochi e musici che animano il Cassero e il suo circondario.

Il progetto di valorizzazione della Torre del Cassero di Porta Sant’Angelo è un esempio virtuoso di riqualificazione urbana. La collaborazione tra pubblico e privato, in questo caso tra il Comune di Perugia e l’Associazione Arte e Musica nelle Terre del Perugino, ha permesso di restituire alla città un luogo storico di grande valore.

Condividi

spot_imgspot_img

Articoli correlati

Naturalis Bio Resort, una masseria luxury in Salento per un weekend di puro benessere

Un antico borgo contadino nel Salento a mezz’ora da...

Un viaggio nel passato e nel presente artistico di Firenze: la straordinaria storia del complesso de Le Murate

Immerso nella storia antica di Firenze, il complesso de...

Irlanda: 10 eventi da non perdere lungo la costa ovest da maggio a novembre

La Wild Atlantic Way festeggia la sua prima decade...

Location suggestive e attività di gruppo: il Ticino è la meta perfetta per gli eventi aziendali

Nell'era della digitalizzazione e in particolare a seguito di...