spot_imgspot_img
spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Mangia’s: gli obiettivi e la strategia di crescita nel 2024

Il gruppo Mangia’s ricordiamo è un colosso tra le società del comparto turistico.  Primo operatore dell’hospitality italiano per numero di camere  potendo contare su 13 Club e villaggi sul mare (9 in Sicilia e 4 in Sardegna) con quasi 9.000 posti letto e circa un milione di presenze.

“Celebriamo il nostro 50esimo anno di attività, ma ci sentiamo ancora una startup”. Uno statement che è un manifesto di intenti quello di Marcello Mangia, presidente e ceo di Mangia’s Resorts , che traccia la rotta per il 2024. “Il nostro percorso continua e c’è tanto entusiasmo”, ha dichiarato il manager annunciando per l’anno nuovo l’obiettivo di arrivare “a una crescita di fatturato di 120 milioni di euro”.

Questo dopo un 2023 in cui il Gruppo Mangia’s/Aeroviaggi “ha registrato il miglior risultato di sempre, sia sul fronte del fatturato, sia dell’Ebitda”. Il primo si è attestato a quota “114 milioni di euro, in netta crescita rispetto al 2022 (79 milioni di euro)” e segnando un raddoppio sul 2019; la redditività “ha raggiunto 11 milioni di euro (+33% rispetto al 2022)”.


Sulle performance un ruolo cruciale lo hanno giocato la joint venture nata nel 2020 con HIP/Blackstone, che ha previsto investimenti e ristrutturazioni di resort, così come la strategia di riposizionamento lanciata nel 2021 e tuttora in atto, nonché le partnership siglate con Marriott International, Hilton e TUI Blue. “Con questi partner – ha sottolineato Mangia – abbiamoo acquisito know-how per migliorare”.

Mangia delinea le prospettive di crescita: “Stiamo creando le basi per acquisire nuovi asset per posizionarci come la prima compagnia italiana dell’ospitalità”. In programma, nel breve periodo, due ristrutturazioni in Sardegna – Mclub Marmorata e il Mangia’s Santa Teresa Sardinia, Curio Collection by Hilton – e ulteriori novità, a partire dal debutto dei city hotels. “Al momento – ha anticipato il ceo – è in via di definizione un’operazione di acquisizione di una struttura 5 stelle luxury in una delle prime cinque città italiane”. Le novità in portfolio “porteranno ad aumentare il numero di camere di proprietà e gestite di circa 700 unità”.  

Condividi

spot_imgspot_img

Articoli correlati

Naturalis Bio Resort, una masseria luxury in Salento per un weekend di puro benessere

Un antico borgo contadino nel Salento a mezz’ora da...

Un viaggio nel passato e nel presente artistico di Firenze: la straordinaria storia del complesso de Le Murate

Immerso nella storia antica di Firenze, il complesso de...

Irlanda: 10 eventi da non perdere lungo la costa ovest da maggio a novembre

La Wild Atlantic Way festeggia la sua prima decade...

Location suggestive e attività di gruppo: il Ticino è la meta perfetta per gli eventi aziendali

Nell'era della digitalizzazione e in particolare a seguito di...