spot_imgspot_img
spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Roma in primavera tutta da scoprire. Ecco dove alloggiare

In primavera Roma e le ville circostanti, come Villa D’Este e Villa Adriana, offrono esperienze uniche a contatto con l’arte e con la natura.

Celebri per i giardini all’italiana, i monumenti e i giochi d’acqua, questi due complessi storici, patrimonio dell’UNESCO, offrono ai visitatori delle vere e proprie oasi di relax e divertimento all’insegna dell’arte e dell’architettura. L’arrivo della primavera dà il via alla bella stagione e apre ai visitatori l’incantevole porta delle ville più magiche della Capitale. Un viaggio nella bella stagione da vivere al meglio, cominciando dal Grand Hotel Palatino che offre romantiche camere Prestige con vista sul Quirinale, Superior con vista sul Vittoriano e Junior Suite con terrazza.

Passeggiare per le vie di Roma in primavera è un’esperienza meravigliosa: la città si riempie di luci, colori, e profumi e i suoi parchi si trasformano in vere e proprie oasi di benessere e relax. Il sole torna ad illuminare i monumenti e tutto intorno la storia sembra risvegliarsi pian piano per tornare a splendere e incantare i visitatori. La Capitale però non è il solo “fiore all’occhiello” della Regione che non vede l’ora di sbocciare di nuovo: tra le esperienze da vivere e godersi al massimo, durante la bella stagione, ci sono anche numerose ville che circondano il capoluogo e che per decenni sono state rifugio e ristoro per moltissime famiglie altolocate, ma anche letterati, artisti e musicisti.

Tra quelle che più si contraddistinguono per la loro particolare bellezza ci sono indubbiamente Villa D’Este e Villa Adriana: due perle rare per la loro architettura e per i bellissimi giardini che le circondano. Entrambe parte delle ville di Tivoli e dichiarate Patrimonio dell’UNESCO, queste due dimore hanno non solo una storia da raccontare, ma anche statue, fontane e giochi d’acqua in grado di affascinare i visitatori. In origine l’intero spazio comprendeva residenze, terme, ninfei, padiglioni e giardini caratterizzati da esili colonnine. Gli edifici, ricchi di decorazioni e sculture, erano collegati da vie di comunicazione in superficie, ma anche da vie sotterranee, formando un complesso a cui si sono ispirate altre dimore storiche in tutta Europa.

LEGGI ANCHE: Aeroporti di Roma festeggia 50 anni

Fonte d’ispirazione fu per molto tempo anche Villa D’Este, celebre per il suo giardino italiano cinquecentesco con l’impressionante concentrazione di fontane, ninfei, grotte, giochi d’acqua e musiche idrauliche. Un capolavoro che ancora oggi incanta chiunque visiti la villa e si ritrovi davanti a quello che viene definito “un sogno“, uno spettacolare susseguirsi di statue e verdeggianti monumenti, ma anche un tripudio di scintillanti getti d’acqua che risuonano nell’aria ad un ritmo ben preciso. Immerso nel verde c’è poi il Palazzo voluto dal cardinale Ippolito II d’Este nel ‘500 per far rivivere i fasti delle corti di Ferrara, Roma e Fointainebleau. Tra i visitatori più celebri anche il musicista Ferenc Liszt che si può immaginare essere rimasto estasiato dall’opera di ingegneria idraulica che caratterizza il fuoriuscire dell’acqua e gli zampilli che sembrano seguire uno spartito musicale preciso. Entrambi i parchi e le meravigliose ville sono aperti al pubblico 

È un albergo 4 stellesituato nel quartiere Monti, a ridosso dell’ampia zona archeologica che include Colosseo, Fori imperiali, Palatino, Circo Massimo, Celio e Terme di Caracalla. Dispone di diverse tipologie di camere che includono camere con vista sul Quirinale o sul Vittoriano, Junior Suite con terrazza privata nel Top Floor da dove godere di una splendida vista della città. Il Grand Hotel Palatino è completo di Centro Congressi, il Globo, con 5 sale, di cui una plenaria di 295 mq, ideale per esposizioni, show room e meeting. L’Hotel offre anche una palestra con attrezzi Technogym e personal trainer, un bar e dispone di tre ampie e luminose sale ristorante, Le Erbe, Il Giardino e Le Spighe, dove al mattino viene servita la colazione internazionale a buffet sia dolce che salata, alimenti biologici ed una selezione di prodotti per coloro che seguono diete specifiche legate a intolleranze alimentari e per chi ama mangiare sano. Il Ristorante Le Spighe è aperto a pranzo e a cena, anche ai visitatori esterni, e serve una cucina di mare e di terra per riscoprire i migliori piatti della tradizione romana e nazionale. Tutte le proposte sono preparate dal nostro Chef Giuseppe Mulargia e presentate nel menu à la carte e nei menu degustazione. L’albergo è pet friendly ed è comodamente raggiungibile in auto, con diversi garage convenzionati a pagamento nelle vicinanze.

Condividi

spot_imgspot_img

Articoli correlati

Naturalis Bio Resort, una masseria luxury in Salento per un weekend di puro benessere

Un antico borgo contadino nel Salento a mezz’ora da...

Un viaggio nel passato e nel presente artistico di Firenze: la straordinaria storia del complesso de Le Murate

Immerso nella storia antica di Firenze, il complesso de...

Irlanda: 10 eventi da non perdere lungo la costa ovest da maggio a novembre

La Wild Atlantic Way festeggia la sua prima decade...

Location suggestive e attività di gruppo: il Ticino è la meta perfetta per gli eventi aziendali

Nell'era della digitalizzazione e in particolare a seguito di...