spot_imgspot_img
spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Salina: l’Hotel Punta Scario riapre per la nuova stagione con un’offerta che immergerà gli ospiti nelle tradizioni più autentiche delle Isole Eolie e della Sicilia

A Salina, perla dell’arcipelago delle isole Eolie, l’hotel Punta Scario riapre il prossimo 23 maggio. Aggrappato sullo sperone di roccia, l’albergo di Malfa è la meta ideale per chi vuole concedersi una vacanza naturale, nel cuore del Mediterraneo, circondato da spettacolari scorci panoramici. Dalla forma di un anfiteatro, Punta Scario è situato in una delle zone più suggestive di Salina, un piccolo bijoux avvolto da un concentrato di bellezze naturali.

Dopo un intenso lavoro di restauro ecologico, l’hotel si appresta ad accogliere i suoi ospiti in una cornice ancora più raffinata, rispettosa dell’ambiente e ancorata alle autentiche tradizioni delle Eolie e della Sicilia.

Guidato da Emanuele Vitrano, agronomo palermitano e pioniere della sostenibilità nel settore alberghiero, l’hotel Punta Scario si distingue per il suo impegno verso l’ambiente e la valorizzazione delle radici culturali del territorio. Già nel 1991 Vitrano presentò a Milano in pieno centro il primo albergo ristrutturato secondo i criteri della bioarchitettura, esperienza dalla quale nacque il volume “Ecologia in albergo”, un manuale per il rispetto ambientale nei luoghi dell’ospitalità commissionato e diffuso dalla Comunità Europea e tradotto in varie lingue.

I miglioramenti introdotti includono l’installazione di pannelli fotovoltaici per garantire l’indipendenza energetica, la rimozione di contenitori in plastica sostituiti con dispenser di prodotti cosmetici siciliani e l’adozione di pratiche di pulizia ecologica per il massimo comfort degli ospiti con un minimo impatto sull’ambiente.

Novità anche nell’offerta gastronomica, dove il nuovo chef Paolo Mastroeni, figlio dell’isola, si ispira alla sua terra e al Mediterraneo, ai prodotti locali e alle loro stagioni, in un confronto stimolante con tradizioni antiche della famiglia Vitrano.

La cucina di Paolo non si discosta da quanto ho appreso da mio padre Francesco, ristoratore di grande successo che a Palermo, dall’immediato dopoguerra fino agli anni ’70, col ristorante “Al Cassaro”, è stato il punto di riferimento della ristorazione cittadina e siciliana, afferma Vitrano. “Il Cassaro era punto di ritrovo di tutti gli artisti nazionali e internazionali che gravitavano o passavano da Palermo: da Eduardo De Filippo a Charlie Mingus, da Renato Guttuso a Leonardo Sciascia. Il menu era pronto a mezzogiorno, a seconda di quello che offriva il mercato della “Vucciria”, a pochi passi dal locale, e così sarà a Punta Scario” conclude.

LEGGI ANCHE: In Sicilia nel 2023 crescita del 10,8% dei flussi turistici con 16,4 mln di presenze

Il ristorante di Punta Scario accoglierà gli ospiti in una dimensione raccolta, autentica, e li stupirà con piatti come i ravioli di cernia fatti a mano in salsa di gamberi, la lasagna fresca al pesto eoliano, gli involtini di pesce spada con finocchietto ripassato, i calamaretti all’arancia e la fonduta di ragusano. Anche l’orto sarà protagonista, attraverso l’utilizzo sapiente delle centinaia di piante spontanee che offre il territorio incontaminato, dal finocchietto selvatico ai “rapuddi”, pianta dal sapore a metà strada tra la cima di rapa e gli spinaci.

La carta dei vini è incentrata su produttori eoliani e siciliani, anche di nicchia, mentre quella dei cocktail, a cura di Raffaella Scalia, versatile e originale, si adatta alla disponibilità delle erbe e della frutta di stagione. Ad esempio il preacklypear, a base di fico d’india, sarà disponibile da fine luglio in poi, momento in cui i frutti saranno maturi.

Lo staff, quasi esclusivamente locale, è il motore di questa esperienza eoliana immersiva, con il food & beverage gestito dalle esperte Federica e Simona Di Maio, isolane doc.
Anche per questa stagione gli ospiti ritroveranno la suggestiva piscina a sfioro con vista su Stromboli e Panarea, una SPA con bagno turco e sauna finlandese e un servizio di light lunch per gustare piatti tradizionali a base di prodotti dell’orto biologico. Inoltre, tutte le camere hanno un giardinetto o una piccola terrazza privata vista mare. Si può scegliere fra le superior, dotate di giardino o terrazzo privato con affaccio sul tramonto, e le premium, a picco sul mare, con terrazzo vista isole ed alcune con affaccio alba – tramonto.

Per chi preferisce soggiornare in casa, l’hotel Punta Scario, ha a disposizione una splendida villa con tre ampie camere da letto e altrettanti bagni nel centro del paese di Malfa. Dotata di giardino e di un terrazzo vista mare, può ospitare famiglie o gruppi di amici che intendono autogestirsi senza rinunciare alle comodità date da lavapiatti, lavatrice, wifi, aria condizionata, tv in tutte le camere, cambio di biancheria settimanale ed eventuali pulizie.
Al piano terreno della villa, in via Roma 67, si trova Salina Mon Amour, la boutique dell’hotel, nata da un’idea di Valeria Benatti, ex speaker radiofonica di RTL 102. 5, aperta nel giugno del 2020. Il negozio presenta il meglio dell’artigianato siciliano, oggetti, accessori, abiti creati con tessuti ecologici, progetti solidali, complementi d’arredo artistici e souvenir raffinati. Uno spazio dove incontrarsi per uno shopping etico circondati dai colori del mare, delle bellezze e dello stile del luogo (salinamonamour.com).

Per celebrare la riapertura, l’hotel propone la Welcome week dal 23 al 29 maggio, con sconti del 30% sui pernottamenti e del 20% sul menu ristorante, offrendo ai visitatori l’opportunità di vivere un’esperienza indimenticabile in uno dei luoghi più affascinanti del Mediterraneo.

Condividi

spot_imgspot_img

Articoli correlati

Naturalis Bio Resort, una masseria luxury in Salento per un weekend di puro benessere

Un antico borgo contadino nel Salento a mezz’ora da...

Un viaggio nel passato e nel presente artistico di Firenze: la straordinaria storia del complesso de Le Murate

Immerso nella storia antica di Firenze, il complesso de...

Irlanda: 10 eventi da non perdere lungo la costa ovest da maggio a novembre

La Wild Atlantic Way festeggia la sua prima decade...

Location suggestive e attività di gruppo: il Ticino è la meta perfetta per gli eventi aziendali

Nell'era della digitalizzazione e in particolare a seguito di...