spot_imgspot_img
spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Stare bene: l’evento sul benessere dato dai viaggi organizzato da Alidays Travel Experiences

Lo scorso mercoledì 3 luglio si è tenuto nell’Headquarter di Alidays a Milano, l’evento “Stare bene” organizzato da Glance, by Alidays. Un’occasione per riunire professionisti e manager provenienti da settori diversi, agenzie e stampa in un dialogo aperto su un concetto fondamentale come quello dello stare bene.

Alidays Travel Experiences, punto di riferimento per i viaggiatori che ricercano servizi unici ed itinerari su misura, ha come leitmotiv il concetto dello stare bene a 360°. “Il Viaggio è un bene che genera emozioni, stimola l’immaginazione e amplia la prospettiva creando una memoria gentile: il viaggio è un bene che fa stare bene” racconta Davide Catania, AD di Alidays. “Stare Bene” è un percorso evolutivo nella vita delle Persone; un percorso da immaginare, creare e plasmare. In questo orizzonte esistenziale, Il viaggio è un’opportunità di crescita personale che contribuisce a stare bene. E Alidays vuole offrire un bene psicofisico, emozionale e duraturo nel tempo.

Il benessere, perciò, è stato il tema dell’evento Glance tenutosi il 3 luglio scorso. Glance è la divisione di Alidays considerata “la stella cometa” aziendale, in quanto indicativa della direzione maestra verso il conseguimento dei più elevati standard qualitativi e di servizio di un viaggio.

Per Alidays, lo stare bene è un valore cardine dell’azienda, un concetto che si estende ben oltre la semplice soddisfazione fisica. Il vero benessere abbraccia molteplici esperienze, rendendo, questo stato dell’anima, complesso e multiforme. Il viaggio deve essere un’esperienza memorabile e fonte di benessere per sé stessi e per gli altri che condividono la medesima esperienza.

LEGGI ANCHE: In sella ad una bici: Villa Cordevigo punto di partenza per un itinerario alla scoperta del territorio del Lago di Garda

Durante la tavola rotonda di Glance, “Stare Bene”, sono intervenuti ospiti d’eccezione, come Claudia D’Arpizio, Senior Partner e Global Head of Fashion & Luxury di Bain & Company che ha condiviso un’analisi dei trend nel settore del lusso; Claudia ha parlato di numeri, ma non solo, di prospettive, di scenari e strategie di questo affascinante settore del lusso fornendo confronti e spunti anche sul mondo del Travel. “Nell’industria del lusso, l’esperienzialità continua a essere fondamentale, riflettendo il crescente desiderio dei consumatori di ‘stare bene’ e di dare priorità a sé stessi e alle persone che amano”, spiega Claudia D’Arpizio. Inoltre, ci racconta che “questo accento sulle esperienze rispetto ai beni tangibili sta nuovamente guidando la stabilità del mercato del lusso più ampio nei primi mesi del 2024. Con la normalizzazione dei trend, l’attenzione al benessere e alle connessioni significative rimane un motore chiave di crescita per quest’industria. Le esperienze sono fondamentali per i clienti del lusso appartenenti a tutte le generazioni e i brand dovrebbero ripensare la loro proposta di valore per offrire esperienze in tutti i punti di contatto con il consumatore”.

Beatrice Savaris, International Yoga teacher & teacher trainer, ha dimostrato come questa disciplina consenta di conoscere e accettare se stessi e come, inoltre, lo Yoga crei un benessere che si estende anche agli altri. Paolo Re, CEO di Recarlo SpA, ha raccontato dell’acquisto di un gioiello come percorso di benessere, spiegando l’assistenza riservata ai clienti nella scelta del dono perfetto che porta benessere a chi lo riceve ma anche a chi lo dona e che ha come scopo quello di «fissare» un momento di vita, un ricordo, un sentimento, ed infine Emilio Bellini, Professor of Leadership and Innovation, School of Management, Politecnico di Milano che ha spiegato in modo sintetico ma estremamente efficace come immaginare, sperimentare e progettare futuri desiderabili, piuttosto che adattarsi a quelli emergenti.

Un evento che ha indagato il parallelismo tra il “bene per sé stessi” e il “bene per l’altro” attraverso una serie di dialoghi coinvolgenti, sapientemente moderati da Claudio Dell’Era, professor of Design Thinking for Business, School of management, Politecnico di Milano; confronti ed analogie che hanno fatto di questa giornata un’occasione di riflessione e condivisione di idee innovative per disegnare viaggi che divengano fonte di memoria indelebile.

Condividi

spot_imgspot_img

Articoli correlati

Un’esperienza in Monferrato tra vino, natura e relax al Braida Wine Resort

Un'esperienza unica tra le colline del Monferrato, patrimonio UNESCO:...

Dolce&Gabbana e il San Domenico Palace a Taormina nuovamente insieme per l’estate 2024

Per l’estate 2024, l’inconfondibile firma di Dolce&Gabbana torna al San...

Alto Adige: vacanze in Alta Badia tra relax e buon cibo

L'Alta Badia è il richiamo per i buongustai e...