spot_imgspot_img
spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Toscana: a Vinci la Festa dell’Unicorno, la manifestazione medieval-fantasy più grande d’Italia che attira migliaia di turisti

Animazioni, mostra mercato, incontri a tema dedicati agli appassionati di cosplay, ospiti di fama internazionale e giochi di ruolo sono alcune tra tante le attrazioni della Festa dell’Unicorno, dove tra 250 spettacoli ed intrattenimenti di ogni genere i visitatori possono immergersi in un’oasi di puro divertimento. E per continuare a sognare ad occhi aperti l’indirizzo giusto è il Brunelleschi Hotel, albergo di charme che occupa una chiesa medievale e una torre bizantina ristrutturate con vista sul Duomo di Firenze.

Chi si trova a trascorre una vacanza a Firenze dovrebbe ritagliarsi del tempo da dedicare al vicino borgo di Vinci, incastonato in un incredibile scenario dove a dominare è il verde e la natura circostante. Il piccolo comune riporta subito in primo piano il suo più illustre cittadino, il Leonardo genio del Rinascimento che tutto il mondo ci invidia e a cui sono dedicate le maggiore attrazioni, ma ci sono anche altri motivi che richiamano l’attenzione dei visitatori. Uno di questi è la celebre Festa dell’Unicornoin programma dal 26 al 28 luglio, che quest’anno giunge alla sua diciottesima edizione. Si tratta di un evento tutto dedicato al mondo del fantastico, pronto a stupire gli spettatori di ogni età che arrivano da ogni parte d’Italia e spesso anche dall’estero, dove l’iniziativa ha riscontrato parecchi apprezzamenti. Ecco, dunque, che il borgo toscano si trasforma per tre giorni nella capitale della fantasia, dove per festeggiare la maggiore età della kermesse si prevede una nuova area concerti con la presenza di gruppi di grande richiamo e il ritorno di grandi ospiti, con l’obbiettivo di migliorare ulteriormente in termini di qualità e quantità dell’offerta.

Dall’immancabile Cosplay Contest aperto a tutti i visitatori in costume, fino alla suggestiva Disfida di Arti Magiche, passando per tutta una serie di piccoli contest, quiz e sfide di ogni genere affiancate dai concerti di musica medievale si ha solo l’imbarazzo della scelta. Un menzione particolare spetta alle parate, con la riunione spontanea di associazioni e gruppi di animatori nelle varie aree a tema per sfilare con i propri costumi, che spaziano dall’horror al fantasy, passando per la fantascienza e lo steampunk. Quella più attesa è però venerdì 26, quando le strade di Vinci saranno invase dall’Armata dell’Unicorno, con 300 cosplayer pronti a dare vita ad una parata da record, simbolo del festival. Tra gli eventi collaterali ritorna più grande lo spazio GDR, nella nuova sede in via Montalbano 4, con tanti giochi di ruolo di ogni tipo: si tratta di uno spazio esclusivo, attivo tutti i giorni dalle ore 11:00, allestito in una sala dedicata ai giochi di ruolo con associazioni, autori, ospiti, partite dimostrative, avventure singole, eventi multitavolo, tavolo bambini, e molto altro. Gli appassionati non si lasceranno certo sfuggire il tavolo dedicato alle schermaglie fantasy dove verrà riprodotta una parte della città di Mordheim, dove si giocherà tra macerie e rovine della Città dei Dannati trasformata in un perenne campo di battaglia. A rendere unico l’evento anche il contest fotografico F.U.O.Co., a cui hanno partecipato oltre 90 costumi: il cosplayer/larper vincitore è diventato testimonial della Festa dell’Unicorno, e quest’anno ad aggiudicarsi il primo posto è il Nano di Erebor di tokieniana memoria.

LEGGI ANCHE: Relax e musica è il mix giusto dell’estate nella Maremma Toscana

Molto attesi sono anche gli eventi dedicati ai fumetti, degli Anime e dei Manga, dei cartoni animati e delle celebri serie televisive, a cui si aggiungono le sfilate delle vetrine colme di oggetti da collezioni. La Festa dell’Unicorno offre anche incredibili opportunità di incontrare artisti e autori di fama internazionale del mondo del cinema, delle serie tv, dei fumetti, dei videogiochi e dei libri, pronti a presentare le loro opere e a concedere incontri ed interviste con il pubblico. Quest’anno l’ospite d’onore sarà il leggendario Liam Cunningham, noto per i suoi ruoli iconici in Game of ThronesThree Body ProblemThe Last Voyage of DemeterThe Wind That Shakes the Barley solo per citarne alcuni: il celebre attore irlandese incontrerà i fan in due occasioni, dal palco centrale per una breve intervista e all’interno del Teatro della Misericordia. Quando la fantasia prende vita per fondersi con la realtà ci si trova in un mondo parallelo dove ognuno può esprimere la propria creatività, ad ogni età, e lasciarsi trasportare dalle esperienze uniche che solo un evento del genere può regalare. E Vinci offre la cornice ideale per la Festa dell’Unicorno, cosi sospesa nel mito leonardiano, cosi come Firenze offre il meglio per quel che riguarda il soggiorno con il Brunelleschi Hotel, con vista sul Duomo che ha la particolarità di avere inglobate nella sua struttura una chiesa medievale e una torre bizantina.

Brunelleschi Hotel

L’ingresso del Brunelleschi Hotel si affaccia su una accogliente piazzetta del centro storico fiorentino, a pochi passi dal Duomo, da Palazzo della Signoria e dalla Galleria degli Uffizi: l’albergo è attorniato dalle vie dello shopping e dai musei più famosi della città. Il Brunelleschi Hotel ingloba nella facciata una torre semi circolare bizantina del VI secolo e una chiesa medievale, interamente ristrutturate nel rispetto delle caratteristiche originali. All’interno, un museo privato conserva reperti rinvenuti durante il restauro della Torre e un calidarium di origine romana, oggi incastonato nelle fondamenta. Il Brunelleschi Hotel fa parte degli Esercizi Storici Fiorentini. L’albergo è stato rinnovato in uno stile classico contemporaneo estremamente elegante, dove predominano i colori chiari e il grigio della tipica pietra serena.

Hotel Brunelleschi

Il Santa Elisabetta è il ristorante gourmet dell’hotel, uno degli indirizzi gastronomici più interessanti su Firenze. È stato insignito dalla Guida Michelin dal 2021 della seconda stella; ha ricevuto due forchette nella Guida dei Ristoranti d’Italia 2023 di Gambero Rosso e due cappelli nella Guida gourmet de L’Espresso 2024. Situato in una sala intima con solo 7 tavoli al primo piano della torre bizantina facente parte dell’hotel, alla location invidiabile aggiunge un’atmosfera ricercata e una cucina raffinata. E’ aperto dal martedì al sabato a pranzo dalle 12.30 alle 14.00 e a cena dalle 19.30 alle 22.00. Dal 2017 la proposta gastronomica dell’albergo è firmata dallo Chef Rocco De Santis.

La più informale Osteria Pagliazza, è situata al pianterreno dell’hotel e durante la bella stagione ha anche tavoli all’aperto sulla suggestiva piazzetta antistante l’albergo; propone un menu sfizioso di piatti dichiaratamente a base di ingredienti del territorio. Affianco all’Osteria si trova il Tower Bar, che propone cocktail inediti e personalizzati degustabili anche nel ristorante gourmet.

Condividi

spot_imgspot_img

Articoli correlati

Un’esperienza in Monferrato tra vino, natura e relax al Braida Wine Resort

Un'esperienza unica tra le colline del Monferrato, patrimonio UNESCO:...

Dolce&Gabbana e il San Domenico Palace a Taormina nuovamente insieme per l’estate 2024

Per l’estate 2024, l’inconfondibile firma di Dolce&Gabbana torna al San...

Alto Adige: vacanze in Alta Badia tra relax e buon cibo

L'Alta Badia è il richiamo per i buongustai e...